- Italiana Soluzioni

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dal 1985 progettiamo e realizziamo sistemi di sicurezza attiva o passiva, impianti di allarme, teleassistenza e manutenzione di impianti nei settori Residenziale, Commerciale, Industriale, Pubblico e Istituti di Vigilanza.

SIamo specializzati in sistemi di videosorveglianza con telecamere IP telecontrollabili da sistemi centralizzati e/o direttamente visionabili da Smartphone e Tablet.



Se siete alla ricerca di sistemi di Videosorveglianza per tutelare la sicurezza della vostra abitazione, del vostro negozio, del vostro studio o della vostra azienda, ITALIANA SOLUZIONI ha proprio quello che fa al caso vostro.
Negli ultimi anni il settore della sicurezza ha acquisito una elevata importanza e non è facile come si pensa scegliere i sistemi opportuni per tutelare la propria abitazione o il proprio posto di lavoro, per questo sapremo consigliarvi al meglio nella scelta delle tecnologie da adottare per tutelare la vostra sicurezza.

ITALIANA SOLUZIONI con l'alta professionalità dei suoi tecnici è diventata ormai un'icona di riferimento nel settore della sicurezza elettronica ed è in grado di offrire ai suoi clienti prodotti di altissima qualità ed affidabilità come Localizzatori Gps per veicoli, Antifurto Senza Fili e Sistemi Videosorveglianza IP. L'esperianza di origine prettamente informatica permette ai tecnici di ITALIANA SOLUZIONI di proporre suluzioni di sicurezza con il massimo livello di tecnologia, che garantiscono l'integrazione dei dispositivi in una completa sinergia strutturale.

Inoltre distribuiamo dispositivi di archiviazione dati, Monitor, Alimentatori, Videocitofoni, Antenne e Accessori vari. Una gamma completa di articoli per la sicurezza.


Contattateci per avere maggiori informazioni.


 Novità: Buons fiscale per i sistemi di allarme.

Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012 - Supplemento Ordinario n.129 del Decreto Legge n. 83 del 22 giugno 2012 "Misure per la crescita del paese" (Sviluppo Economico) - è stato decretato l'aumento al 50% della detraibilità dall'IRPEF degli interventi di ristrutturazione delle unità residenziale ad uso privato effettuati fino al 30 giugno 2013, fino al tetto massimo di 96.000 euro.
Tra gli interventi che riguardano la sicurezza fisica e che usufruiscono di tali maggiori incentivi, si segnala l'installazione di rilevatori di apertura e di effrazione dei serramenti; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati (ndr: ossia sistemi di videosorveglianza); apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; casseforti, porte blindate, serrature ed altri mezzi di sicurezza passiva.
Sarà quindi possibile recuperare fino a 48.000 euro per unità abitativa sotto forma di credito di imposta da usufruire in sede di dichiarazione dei redditi in 10 rate annuali di importo uguale, per le spese pagate tra il 26 giugno 2012 ed il 30 giugno 2013. Il periodo di recupero è ridotto a 5 ed a 3 anni per i contribuenti che hanno compiuto rispettivamente 75 ed 80 anni.
Potranno godere dell'agevolazione anche coloro che hanno iniziato i lavori prima dell'entrata in vigore del decreto, ma che effettueranno i pagamenti successivamente. I pagamenti dovranno avvenire mediante bonifico bancario o postale, indicando la causale con gli estremi della fattura, il codice fiscale del soggetto pagante e la partita iva del beneficiario.
Ecco il testo che ci riguarda:

Art. 11
Detrazioni per interventi di ristrutturazione e di efficientamento energetico


1. Per le spese documentate, sostenute dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 30 giugno 2013, relative agli interventi di cui all'articolo 16-bis, comma 1 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, spetta una detrazione dall'imposta lorda pari al 50 per cento, fino ad un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 96.000 euro per unita' immobiliare. Restano ferme le ulteriori disposizioni contenute nel citato articolo 16-bis.
2. All'articolo 1, comma 48, della legge 13 dicembre 2010, n. 220, dopo il primo periodo e' aggiunto il seguente: «Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2013 al 30 giugno 2013, fermi restando i valori massimi, le detrazioni spettano per una quota pari al 50 per cento delle spese stesse».
3. All'articolo 4, comma 4, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, l'ultimo periodo e' soppresso; la presente disposizione si applica a decorrere dal 1° gennaio 2012.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu